IL MIO PARTO ALCONTRARIO

Prologo Afa romana di inizio Maggio. Io che annaspo in salita con le borse della spesa in mano. Donna settantenne del quartiere che mi punta all’orizzonte. No, ti prego. Non mi fermare. – “Buongiorno, come va?” – Le mie braccia piangono in silenzio. – “Bene, grazie, Lei?”- – “Bene, bel tempo oggi, vero?” – Ma perché te devono chiedere sempre del tempo? Non lo vedi da sola? Basta alzare gli occhi al cielo. – “Certo, adesso si vede che sei … Leggi tutto IL MIO PARTO ALCONTRARIO